Legge sismica regionale ABRUZZO , proroga di entrata in vigore

Approvazione della Prima Commissione. Soddisfatto Tonino Menna: «E' indispensabile rivedere completamente l'impianto della legge». 

«Sono soddisfatto per all'approvazione , in Prima Commissione, della proroga al 31 ottobre dell'entrata in vigore della legislazione sismica regionale, ma si tratta solo di un primo passo, necessario per procedere a una radicale rivisitazione di tutta la normativa, contro cui io fui l'unico ad oppormi quando venne votata dal Consiglio regionale». Lo afferma il capogruppo dell'Udc Tonino Menna.  «L'auspicio è che ora la proposta venga portata immediatamenteall'approvazione del Consiglio. Sono d'accordo con quanto denunciato dal Presidente del Collegio dei geometri laureati della provincia di Chieti Rocco Santone - continua Menna - perché la legge varata dall'aula comporta una serie di complicazioni burocratiche, legate a numerosi passaggi che creano solo ritardi e disagi per il settore edile, che già si trova in una situazione di profonda difficoltà». Per Menna è indispensabile  rivedere completamente l'impianto della legge. «Sono stati introdotti troppi adempimenti - sottolinea l'esponente Udc - che gravano sia sui Comuni, che sul Genio Civile. Il risultato è che molti piccoli centri non hanno la possibilità di predisporre nuovi strumenti urbanistici perché non hanno le necessarie risorse finanziarie a disposizione, mentre il Genio Civile non riesce a gestire le pratiche in tempi celeri. Di qui la necessità di riformulare le norme, prevedendo anche adeguate dotazioni di personale, appositamente formato, per garantire all'utenza un servizio adeguato»

El contenido de la comunidad está disponible bajo CC-BY-SA a menos que se indique lo contrario.